By / 10th giugno, 2014 / Senza categoria / No Comments

Una delle tante storielle, narrate e tramandate nei secoli, su Palermo e le sue dominazioni mette a stretto contatto il Duomo di Monreale e la Cattedrale di Palermo.

Si narra che nel XII secolo d.C., Guglielmo II, detto il buono, mentre soprintendeva i lavori per la costruzione del Duomo di Monreale, avesse come acerrimo rivale Gualtiero Offamilio, l’allora arcivescovo della diocesi di Palermo ed ex istitutore di Gugliemo II, il quale nello stesso lasso di tempo stava facendo realizzare la Cattedrale di Palermo.

Guglielmo si preoccupò di abbellire con meravigliosi mosaici che narrano storie del Nuovo e Vecchio Testamento l’interno del Duomo tralasciando i dettagli estetici della facciata, mentre Gualtiero puntò molto sulla bellezza e imponenza della facciata arricchendola di archi a sesto acuto ispirati all’architetture islamica, colonnine con statue di santi, torri campanarie, ghiere, merlature, pinnacoli… lasciando l’interno quasi anonimo.

Avendo invidia l’uno dell’altro, si racconta che entrambi morirono d’infarto poco dopo aver sbirciato i rispettivi progetti. Guglielmo rimase attonito nel vedere cotanta bellezza esteriore che pensò che l’interno della cattedrale dovesse essere altrettanto stupefacente e viceversa pensò Gualtiero.

Questa è solo una leggenda tramandata per indurre a visitare le due diocesi. Sta a voi decidere quale vedere per prima. L’importante è che le vediate!


Leave a Comment

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code